Enio Home Page

 

 

VIGNETTE SATIRICHE

 

 

DI LAURO F.

 

 

ANNO ACHILLIANO

 

 

SAN GIUSTINO

 

 

COCCE E COCCE

 

 

VECCHIE VEDUTE

 

 

Indice Riferimento

 

 

«Caricature d'Europa» -Trento - Museo casa De Gasperi right

in Trentino

Tre secoli di storia attraverso la stampa

La Rivoluzione Francese e le conseguenze in Europa

 

Frutto di un ricco passato, l’Europa di oggi e il risultato di evoluzioni spesso contrastate. Ci e voluto del tempo perche si affermasse la percezione di unidentita comune ai popoli e alle nazioni europee, anche se la ritroviamo in alcuni pensatori e uomini politici fin dai tempi più antichi. La caricatura, che si sviluppa dalla Rivoluzione francese in poi, consente di capire come questa percezione si sia evoluta nel Corso dei secoli. lndirizzato ad un vasto pubblico, il disegno satirico rivela, in effetti, la vera natura delle opinioni e dei sentimenti collettivi, specie nel XIX e nel XX secolo, ovvero il periodo d’oro della caricatura. La mostra espone, attraverso caricature provenienti da una ventina di paesi europei, le diverse tappe ,che hanno consentito agli Stati dell`Europa di costruire tra loro una pace duratura dalla Rivoluzione francese fino ai nostri giorni, l’Europa è stata segnata, in effetti, da guerre, crisi, tensioni e periodi di pace instabile. Nel XIX secolo, i movimenti di liberazione nazionale si oppongono alle tradizioni
monarchiche e alle egemonie territoriali. Le rivalita tra nazioni conducono alla prima guerra mondiale. Ma la la pace che ne deriva è fragile, e il fervore che alimenta finisce con lo scatenare la seconda guerra mondiale, Dalla fine di quest'ultimo conflitto planetario, ma soprattutto a partire dalla Dichiarazione solenne del 9 maggie 1950 pronunciata da Robert Schuman, l’Europa e entrata in una nuova era, quella della pace.

 

Anonimo, Bombardamento di iutti i troni d’Eurapa e caduta dei tiranni per la gioia dell'universo, aprile 1792, Parigi.
Acquaforte colorata. Parigi, Museo Carnavalet.
Guidati dalla Libertà, che fa vomitare a Luigi XVI suo diritto di veto, i membri dell‘Assemblea Nazionale bombardano con i loro escrementi i sovrani europei: la Rivoluzione si afferma contro l’Ancien Régime

Anonimo, La Rivoluzione di Polonia
lncisione a colori Parigi, Museo Camavalet lspirate dalla Rivoluzione francese, si organizzano in vari terrltori rivolte spontanee. Se alcune saranno di durata breve, come in Polonia, altre riusciranno ad istituire delle “repubbliche sorelle” come in Italia o in Olanda.

 

Anonimo, Indigestione di un commissario francese.
Roma, Museo Centraie del Risorgimento. La presenza degli eserciti francesi viene vissuta
sempre peggio nei territori da essi occupati (sopratuttoin Italia) essi saccheggiano senza vergogna ed inviano a Parigi ricchezze ed opere d’arte. Da qui, l'indigestione di alcuni commissari francesi

James Gillray, Una famiglia di sans-culotte si disseta dopo gli sforzi della giomata, 20 settembre 1792, Londra.
Acquaforte colorata Pangi, Biblioteca Nazionale di Francia, gabinetto delle stampe (collezione De Vinck). Gillray é il poeta della caricatura controrivoluzionaria in Inghilterra. Non smette mai di denunciare le violenze commesse dalla Grande Nazione, che dai suoi tratti di penna sembra assomgliare ad un popolo di barbari.

Nei 1789, l'Ancien Regime della Francia crolia Gii ideali rivoiuzionari si diffomdono attraverso L’Europa e imfiammano le menti. Le momarchie entrano in agitazione per i disordini politici e sociali e temono un possibile contagio, l'Europa si prepara a vivere mutamenti radicali. La Dichiaraziorie dei Diritti dell‘Uomo e dei Cittadino del 26 agosto 1789 concede in Francia la libertà di stampa. Si assiste contemporaneamente alla nascita di un notevole mumero di giomali e fogli volanti. Disegnatori e caricaturisti descrivono gli eventi, riservando i loro trtti più crudeli alla famiglia reale e ai “tiranni“. La stampa e le caricature si impegnano in lotte ideologiche e sostengono la propaganda dei partiti rivoluzionari e controrivoluzionari. I caricaturisti contrari alla Rivoluzrone, rifugiati all'estero dove si organizza la Contro-Rivoluzione, denunciano la barbarie dei sans-culotte, la morte di Luigi XVI e le violenze del Terrore. Dai 1792 in poi, la Francia lancia una guerra rivoluzioriaria contro il resto dell''Europa. Gli eserciti francesi, accolti spesso come liberatori veengono un po’ alla volta percepiti come veri e propri eserciti di occupazione
 


 

Dall'Impero al Congresso di Vienna

James Gillray, John Bull dà del filo da torcere al piccolo Bonaparte, 2 agosto 1803, Londra.


Acquaforle colorala.Parrgi, Museo Carnavalet.
La pace di Amiens del 1802 tra Inghilterra e Francie dura poco. Napoleone la infrange nel 1803 e prepara l'invasione dell'Inghilterra. Ma è un generale codardo quello che si nasconde nel suo fortino e che teme lo scontro con John Bull

 

James Gillray, ll pudding in pericalo, avvero i grandi epicurei ad una cena frugale, 26 febbraio 1805, Londra.


Acquaforte colorata. Parigi,Museo Carnavalet, La batlaglia di Trafaigar nel 1805 tra Francia e lnghilterra suggella il destino del mondo: il comrollo dei mari ritorna all'Inghilterra, il continente euvopeo a Napdeone,

Anonimo, II trionfo dell’anno1814.


Acquaforte colorata. Parigi, Museo Carnavalet, Questo ritatto di Napoleone, composto dalle vittime della campagna di Russia e dalle vitorie delle nazioni coalizzate contro di lui, annuncia l'imminente caduta dell'lmperatore.

Anonimo,La torta dei re contesa al Cnngresso di Wanna nel 1815.


lncisione colorata, Parigi, Biblioteca Nazionale dl Francla, gabinetto delle stampe (Coll. De Vinck). Il Congresso di Vienna continua la sua opera, nonostante il ritorno di Napoleone in occasione dei Cento Giorni: i sovrani europei si suddividono i brandelli dell'Impero francese, mentre Napoleone tenta ancora dl salvare le frontiere a nord della Francla

Dal 1879 fino alla sua caduta, Napoleone Bonaparte è il principaee bersaglio dei caricaturisti europei. Mentre in Francia e nei territon occupati dalle truppe francesi (Italia settentrionale, sponda sinistra del Reno, Paesi Bassi). La censura soffoca qualsiasi critica all'’Imperatore,i caricaturisti si scatenano contro la sua persona e le sue pretese di conquistare il mondo. Alla guerra continentale e marittima, in cui metà Europa si oppone alla Francia, si aggiunge una “guerra mediatica" Senza precedenti. Il sogno napoleonico si infrange contro i suoi stessi limiti, la campagna di Russia del 1812 e la battaglia delle Nazioni del 1813, vicino a Lipsia ne preannunciano già la fine. Nel marzo 1814, le nazioni coalizzate occupano Parigi. Napoledne abdica e in Francia viene ripristina la monarchra a beneficio di Luigi XVIII. Vincitori e vinti si riuniscono allora a Vienna. Sono presenti duecento delegazioni ed una quindicina di sovrani tra i quali l'Imperatore d'Austria Francesco I, lo Zar Alessandro e il Re di Prussia Federico Guglielmo III. La Francia, rappresentata da Talleyramd, viene ugualmente invitata a presenziare ai lavor. Nel 1815, il Congresso di Vienna ristabiolisce la pace e disegna una nuova carta politica dell'Europa
 

 

  Slide Vignette  Enio Home Page  Indice Riferimento NextPage

 
  

  Return to Top    

@nonnoEnio