PAGINE ABRUZZESI  ATTRAVERSO  LE FOTOGRAFIE E GLI AVVENIMENTI DELL'ANNO 2018

 

  Enio Home Page  ABRUZZO INDEX 2017  ABRUZZO INDEX 2016 ABRUZZO INDEX 2015 ABRUZZO INDEX 2014 ABRUZZO INDEX 2013

 

Il treno a vapore 

Il ritmo lo dà il capotreno che scandisce: uno, due, tre e la pala che entra ed esce dal forno rovente. Il sudore che scende dalla fronte del fuochista, nera come il carbone, che carica in continuazione. I manometri della caldaia che salgono al massimo. Due colonne di fumo, uno bianco e uno nero, si alzano alte verso il cielo e la locomotiva inizia a sbuffare...

 

Il corteo del camerlengo

 

Momenti e ritratti durante la rievocazione storica del CAMERLENGO a Chieti il 24 settembre . Ben organizzata ed interessante . Purtroppo la pioggia ha messo lo zampino rovinando l'ultima parte in piazza S.Giustino . Nonostante ciò i figuranti hanno ammirevolmente portato a termine la rappresentazione della investitura del Camerlengo...

 

Il Tavoliere e i Monti Dauni

Un viaggio alla scoperta dei segni che la storia e i suoi protagonisti hanno lasciato su questo territorio ancora poco conosciuto. Le Puglie, non la Puglia. Questa è la prima cosa che ti dicono appena giungi sui Monti Dauni. Una terra meravigliosa, ricca di paesaggi, colori e tradizioni difficili da dimenticare. Una terra dalle antiche tradizioni...

 

Rivisondoli, il presepe vivente

La 67^ edizione della Natività all'insegna della solidarietà con le popolazioni terremotate dell'Umbria. Rivisondoli si gemella con Assisi e Todi per dare vita a una rappresentazione dove San Giuseppe e la Madonna sono umbri...

 

La Giostra Cavalleresca

Giornata storica per la Giostra Cavalleresca di Sulmona. Ieri a Roma hanno sventolato le bandiere e hanno rullato i tamburi al suono delle chiarine dei Borghi e Sestieri, protagonisti della 33esima edizione di Viva la Befana, la manifestazione organizzata dall’associazione Libere famiglie associate d’Europa...

 

Le industrie del chietino

La nascita e lo sviluppo su scala mondiale dei processi d'industrializzazione coincidono con la nascita e lo sviluppo su scala mondiale di società che organizzano in maniera scientifica la raccolta pubblicitaria. C'è un nesso preciso dunque tra industria e pubblicità. All'aumento della produzione dei beni aumenta la necessità di far conoscere al maggior numero...

Fara Filiorum Petri- Le Farchie

Il patrono, Sant’Antonio Abate, si festeggia il 17 gennaio a Fara Filum Petri. Confina con i comuni di Bucchianico, Casacanditella, Pretoro, Rapino, Roccamontepiano, San Martino sulla Marrucina. È disteso in pianura, nel cuore della Val di Foro, mentre il centro storico è situato a ridosso di un piccolo ed isolato colle circondato da due fiumi, il Foro e la Vesola Sant'Angelo...

 

La vedetta del Gran Sasso

Al Rifugio Garibaldi a quota 2.230 m si può arrivare per due vie: la prima via ha come tempo di percorrenza 1,45 minuti . Dall'albergo della costa N.O. del M. Portella si giunge al rifugio Duca degli Abruzzi e si percorre poi la Cresta di Portella verso N fino alla sua massima depressione, quindi si volge a O scendendo per pendii erbosi a Campo Pericoli (località Conca dell'Oro). Magnifica conca circondata...
 

Processione del Venerdì Santo

 

In quasi trentamila anche quest'anno hanno assistito alla processione affidata dal 16esimo secolo all’Arciconfraternita del Sacro Monte dei Morti con la collaborazione delle altre congregazioni teatine. Intorno alle 19,30 il corteo con i simboli della Passione si è mosso lentamente da piazza San Giustino per raggiungere le varie zone del centro storico, tra cui via De Lollis...

 

Con le serpi a Cocullo

Perché la festa di S. Domenico di Cocullo, il primo giovedì di maggio, richiama ogni anno l'interesse di tanta gente, pellegrini, devoti, giovani, turisti e curiosi da tutta Italia, anche dall'estero? Che cosa si può comprendere attraverso l'esperienza annuale di questa festa religiosa, al di là dell'inusitato e del «barbarico» rito delle serpi di cui si è impossessata l'oleografia turistica  corrente, secondo la famosa rappresentazione michettiana ...

Chiesa di San Francesco al Corso

All'incrocio di via Chiarini con il corso Marrucino c'è una chiesa con una facciata in parte trecentesca ed in parte barocca, dotata di una grande, bella e ardita cupola con calotta perfettamente emisferica (molto più apprezzabile se visibile da piazza Valignani), cupola realizzata senz'altro dopo il 1965, contrariamente a quanto affermano alcuni testi. E' possibile spostare indietro la data in quanto, in una incisione dell'abate Giovanni Battista Pacichelli stampata nel 1703 dopo la sua morte avvenuta nel 1695, non compare la cupola. E' la chiesa di S. Francesco al Corso

 

 

 

 

 Enio Home Page  ABRUZZO INDEX 2017  ABRUZZO INDEX 2016 ABRUZZO INDEX 2015 ABRUZZO INDEX 2014 ABRUZZO INDEX 2013